Intorno alla sovranità alimentare. 5a sessione del seminario

A partire dalla metà degli anni Novanta, la sovranità alimentare è stata promossa da raggruppamenti di associazioni contadine originarie di diversi continenti. Si è imposta sulla scena politica internazionale come reazione alla liberalizzazione crescente dei mercati delle derrate agricole. Per i suoi promotori, la sovranità alimentare viene concepita come “il diritto delle popolazioni […] a definire la loro alimentazione e il loro sistema di produzione”. Il tema ha un grande potenziale di mobilitazione e riguarda la natura politica, e non solo tecnica, dei problemi legati all’alimentazione nel mondo. Nata come slogan “altromondista”, questa nozione è stata adottata da alcuni anni nel diritto di numerosi Stati, diventando nello stesso momento un argomento di riflessione accademica. L’obiettivo di questa sessione del nostro seminario è di interrogarsi sul concetto di sovranità alimentare e sulle forme di sovranità politica che esso implica. Ci chiederemo in particolare chi potrebbe essere il detentore di una tale sovranità? Su quale scala si colloca? Come i suoi sostenitori immaginano la sua messa in opera? All’interno di quali forme di organizzazione degli scambi può essere progettata?

Sessione coordinata da E. Botte, C. Courrier, J.-B. Delzant, E. Kurdziel e C. Revest.

Lunedì 3 giugno 2013, ore 15.00.

Roma, Piazza Navona, 62. Sala seminari.

Interveranno:

Céline Fercot (Maître de conférences, Université Paris Ouest Nanterre La Défense)

Antonio Onorati (Presidente della ONG Crocevia)

Delphine Thivet (Dottoranda, EHESS)



Citer ce billet
Jean-Baptiste Delzant (2013, 28 mai). Intorno alla sovranità alimentare. 5a sessione del seminario. Lectures en sciences sociales. Consulté le 3 mars 2024, à l’adresse https://doi.org/10.58079/tyro

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *

Ce site utilise Akismet pour réduire les indésirables. En savoir plus sur comment les données de vos commentaires sont utilisées.